15 Giugno 2017

15 Giugno 2017

Che giornata! Non ci siamo mai fermati dalle 6 fino alle 21:30… ma ne è valsa la pena! Questa mattina le promesse dell’indiano Jussab sono state puntualmente disattese e quindi niente nuova sonda. Allora ci siamo messi a ripararne una vecchia, grazie alle incredibili doti al tornio di Agostino! Ci è andata via tutta la mattina ma abbiamo portato a casa il risultato e solo allora l’indiano ha fatto partire da Blantyre i nuovi tubi in sostituzione di quelli lasciati sotto terra ieri. Abbiamo cominciato a scavare in un villaggio vicino a Toleza ma poi ci siamo dovuti fermare perché i tubi non arrivavano mai. Quando finalmente è arrivato il camion abbiamo finito il lavoro e trovato la tanto agognata acqua!!! Feste, canti e balli ma poi non c’era un minuto da perdere, si stava facendo buio (qui verso le sei) e noi dovevamo recuperare il tempo perso. L’allegra comitiva si è spostata al villaggio di Rabissonni e abbiamo scavato il nostro primo pozzo in notturna! Che emozione! Buio pesto, cielo stellato come solo in Malawi, canti delle donne, motore della trivella in sottofondo e…. ancora acqua!!! Oggi due su due!!! Con i fari della jeep che illuminavano il nuovo pozzo abbiamo festeggiato e ballato con tutto il villaggio che era pazzo di gioia. Missione compiuta! Tutto questo lavoro notturno è stato fatto per cercare di completare gli obiettivi che ci eravamo posti quest’anno e il tassello che manca ora è solo il pozzo da scavare a Monkey Bay per il nascente Centro Nutrizionale di Solidali per il Malawi. Domani la banda dei pozzi si divide: Kamanga rimarrà a Balaka per i lavori di muratura dei pozzi sinora costruiti e io con Agostino andremo a Monkey Bay, a circa due ore da Balaka. Un’altra giornata intensa ci aspetta. Malawi, oggi mi hai distrutto ma mi hai ripagato di tutto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*