10 Giugno 2017

10 Giugno 2017

E come ogni anno, c’è sempre il giorno sfortunato. Speriamo sia l’unico. Tradizione vuole in tutti questi anni che un giorno scaviamo e non troviamo l’acqua. Oggi è stato quel giorno. Sveglia alle 6 per cominciare con il pozzo che doveva fare Bambo Gamba a Balaka, approfittando della trivella. Il pozzo è andato via liscio come l’olio, subito l’acqua dopo poco più di un’ora di scavi, vicino al Cecilia Youth Center. A quel punto siamo pronti per andare al villaggio di Chalenga, quelli che già lo scorso ottobre ci avevano scritto la lettera che vedete. Gli spostamenti sono quelli che sono, l’unico treno che passa a Balaka in una settimana e che procede a 5 passi al minuto lo becchiamo noi, la strada che mi fa venire su quello che non ho ancora mangiato e verso mezzogiorno finalmente arriviamo. Ci aspettavano e la festa è stata grande! Canti e balli di donne e bambini, una chiacchiera con il capo villaggio che mi racconta della sua comunità e poi mi chiede che regalo può farmi per sdebitarsi… Sembra tutto perfetto, compreso il solito contorno di bambini indecisi se essere più incuriositi dal camion della trivella o dalla mia macchina fotografica. Alla fine Nikon batte camion (e anche Canon) dell’indiano 10-0! Si comincia, terra morbida, quasi umida… troppo… crolla tutto! Dopo tre ore di scavi dobbiamo fermarci, il terreno non regge e non si riesce a buttare fuori tutto quello che si scava. Gran consiglio dei saggi in azione: discussioni, ipotesi, passeggiate, contro-ipotesi, scaviamo da un’altra parte, no qui è buono…. alla fine Giovanni sentenzia: ci servono 5.000 litri di acqua e un intruglio magico fissativo per tenere su le pareti mentre scaviamo. Morale della favola: quelli del villaggio cominciano a scavare a mano una vasca che domani dovrà contenere questi 5.000 litri di acqua, mentre noi andiamo a Balaka con il camion a recuperare un tank da poter riempire. Domani imparerò qualcosa di nuovo.
Il prossimo anno conviene dedicare il 10% del budget della raccolta fondi per portare un rabdomante, ci servirebbe. Se conoscete qualcuno mandatemi un CV. I candidati effettueranno colloquio in un supermercato. Passeranno il colloquio solo se, bendati, troveranno la corsia delle acque minerali.
Domani sveglia fissata alle 5:30, il tempo stringe e le cose da fare sono molte.
Bambini, continuate ad abbracciarvi e farvi coraggio, domani ce la faremo!
Buonanotte Malawi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*