15 giugno 2019

È scoppiato l’inverno! Di tutti i giorni sinora passati in Malawi (e sono sicuramente più di 100 se li sommo) questo è in assoluto il giorno più freddo che ho vissuto. Tutto il giorno con la felpa addosso e cappuccio abbassato. Non un raggio di sole, vento forte e addirittura una leggera pioggerellina a metà giornata. Una giornata per me veramente insolita, io che ho sempre la protezione 50 nello zaino! Nonostante il freddo non ci si può comunque fermare e la sveglia delle 6 è lì a ricordarmelo. Oggi ci dividiamo perché le cose da fare sono tante. Mia (il muratore) va a Kapasule II per il basamento di cemento del pozzo scavato ieri mentre Agostino con la Banda va in un altro villaggio a scavare un pozzo che gli è stato finanziato da una famiglia dall’Italia. Io, Douchet e Matolo andiamo a posare i tubi e le pompe in tre dei pozzi costruiti nei giorni scorsi. Con quest’ultimo pezzo di lavoro il pozzo è finalmente funzionante e subito la gente del villaggio comincia ad usarlo. E una fila di secchi sono già belli pronti da riempiere. Stante la giornata gelida non me la sono sentita di inaugurarlo con la classica doccia al capo villaggio… ma ci sarà tempo… c’è ancora la festa di inaugurazione 🙂
Prima di raggiungere Agostino facciamo visita a un villaggio che ci aveva fatto sapere di volere un pozzo. Come al solito abbiamo fatto il nostro giro preventivo per controllare se era veramente necessario (ieri abbiamo detto di no a uno perché avevano un pozzo a 300 metri di distanza). In questo caso c’erano le condizioni e quindi si farà.
Raggiungiamo Agostino giusto in tempo. Stanno infatti finalmente trovando l’acqua dopo quasi 5 ore di scavi. E anche questo pozzo è andato. Un altro villaggio felice. In particolare una donna molto anziana che, sia ieri quando eravamo passati per controllare, che oggi, l’ho sempre vista tutto il tempo in ginocchio a ringraziarci. Commovente.
Purtroppo si erano fatte quasi le 16 e non c’era tempo per fare l’altro pozzo previsto per oggi. Ci penseremo domani.
Difficile però andare a letto senza sentire il vento forte che tira fuori e il freddo che fa. Questa notte una coperta io ce l’avrò. Non sarà così per la maggior parte delle centinaia di persone che ho visto nei villaggi in questi giorni. Nelle loro capanne non sarà una notte facile. Non ci si può fare nulla, forse, però non è giusto.
Buonanotte Malawi, domani accendi il sole per tutti per favore.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*