4 giugno 2018

Anche oggi una giornata sempre in giro ma senza l’ansia di dover trovare l’acqua. Oggi infatti, ahimè, niente trivella e per questa ancora non abbiamo trovato una soluzione.
In mattinata abbiamo pensato all’asilo di Agostino andando a comprare un po’ da mangiare per i bambini e poi siamo andati a vedere come procedevano i lavori a Kanyumbaaka dove avevamo portato il cemento e Myia, il muratore, era già all’opera. Entro domani il basamento dovrebbe essere terminato.
Nel pomeriggio siamo andati in un villaggio a circa 60 chilometri da Balaka, vicino a Nsanama. Durante il viaggio per venire qui avevo conosciuto in aeroporto suor Giusy, la sorella di Ilaria che avevo conosciuto a Mangochi nel 2014, e avendo saputo del progetto del Pozzo dei Desideri mi aveva segnalato un villaggio messo molto male in termini di accesso all’acqua. Le avevo promesso che avrei fatto il possibile, senza però poter garantire nulla. Oggi intanto sono andato a vedere le condizioni del villaggio. Beh che dire: raccolgono l’acqua da un paio di pozzi scavati a mano di circa 6 metri di profondità e da una pozza poco distante. Il problema è che l’acqua è stagnante, sporca e poca e inoltre quest’acqua è quella della stagione delle piogge e più o meno da luglio in poi sarà finita e non ritornerà fino al prossimo anno.
Non abbiamo promesso nulla al villaggio perché adesso dobbiamo trovare qualcuno che possa scavare il pozzo. Stiamo valutando alcune alternative.
Ho contattato una persona a Blantyre ma vuole farsi pagare in anticipo. E questo non è un buon segno. E stiamo aspettando notizie dal Mozambico di disponibilità di un’altra trivella. Vedremo, per il momento mi godo una serata di cielo terso e stellato come solo da in mezzo al mare si può ammirare. Grazie Malawi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*