15 giugno 2018

E anche l’ultimo giorno è arrivato.
Quando devi aspettare qualcuno il tempo non passa mai ma quando hai da fare il tempo vola e questi 15 giorni sono volati!
Questa mattina con Kamanga torniamo a Nsanama per inaugurare il pozzo scavato mercoledì. Agostino rimane invece a Balaka per fare alcuni lavori al mulino.
Appuntamento con lo stesso tipo che ci ha fatto aspettare 9 ore l’altro giorno ma oggi ero abbastanza certo che non avrebbe tardato, doveva essere pagato. E infatti è lui che ci chiama per vedere se stiamo arrivando 🙂
Il villaggio ci accoglie con un cartellone di benvenuto preparato durante la giornata di ieri, fantastico! Non ci sono molte persone perché oggi qui è festa, la fine del Ramadan, e in questo villaggio molti sono musulmani e sono a festeggiare.
Ma l’accoglienza è calorosa come sempre. Questo villaggio di oltre 60 famiglie aveva proprio bisogno di un pozzo. Dopo i canti e i discorsi di ringraziamento è ora di andare. Ma prima bisogna pagare il tipo. Comincia una lunga e amichevole discussione per fargli capire che se prende un appuntamento deve rispettarlo, che deve capire che le cose devono essere con attenzione e rispetto reciproco. E alla fine gli dico che lo pagherò qualcosa in meno per quello che aveva fatto. “It’s a punishment?” “Yes, sir” “Ok, I understand”. E comunque ci stringiamo la mano amichevolmente. Per me era poco più di un gioco e, forse, una piccola lezione di comportamento. I soldi risparmiati sono andati a suor Santa che saprà come spenderli al meglio per la comunità.
Salutiamo e ci dirigiamo a Kankao per salutare suor Santa e i bambini disabili dell’orfanotrofio e per portarle tutti i medicinali che ho raccolto in Italia. Questa volta faccio io l’autista a Kamanga per gustarmi a pieno le strade sconnesse del Malawi.
E così è finita anche quest’anno con un risultato meraviglioso: 6 pozzi costruiti, 10 villaggi che ne potranno usufruire e migliaia di persone che possono adesso bere acqua pulita. Difficile contarle, ma stimo 3-4.000 persone.
Il che porta il risultato di questo progetto a un totale di 17 pozzi costruiti per circa 9.000 persone. Un grazie di cuore alle centinaia di persone che ci hanno creduto e mi hanno aiutato e continuano ad aiutarmi dal 2015. Senza di loro NULLA sarebbe stato possibile.
E un altro grazie ad Agostino e Kamanga, insostituibili amici qui in Malawi.
Adesso mi godo l’ultimo tramonto vedendo i bambini giocare a calcio nel polveroso campo di Balaka.
E mi viene in mente solo una frase per concludere:
IL POZZO DEI DESIDERI, 6 BELLISSIMO!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*